Humulus - "The Deep" CD

12.00
Humulus - "The Deep" CD

E fanno tre. Dopo il debutto omonimo del 2012 e il successivo ‘Reverently Heading Into Nowhere’ del 2017, con ‘The Deep’ gli Humulus calano il tris e si accasano presso la Kozmik Artifactz. Chissà se la label tedesca aprirà nuove porte alla band, di certo il trio bergamasco non si è fatto scappare finora l’occasione di suonare su ogni palco, in Italia come in giro per l’Europa. E possiamo essere sicuri che se non fosse stato per il Covid, sarebbe stato così anche per questo nuovo album. ‘The Deep’ suona sotto molti aspetti più melodico e diretto rispetto ai suoi predecessori, nel segno di uno stoner ricco di groove ma anche di carica live. ‘Gone Again’ e ‘Devil’s Peak (We Eventually Eluded Death)’ sono ottimi esempi in questo senso, due tracce intense e rockeggianti, che ci mostrano gli Humulus più diretti, quelli che hanno calcato con successo i palchi di mezza europa. Ma non c’è solo questo aspetto. Tra le due canzoni citate trova spazio una ‘Hajra’ cupa ed ossessiva, soffusa a tratti, che gioca con lo sludge e presenta qualche vago richiamo orientale nel finale. E non va certo dimenticata l’opener ‘Into The Heart Of The Volcano Son’, quindici minuti di stoner rock dalle evidenti influenze psichedeliche, che nella sua imprevedibilità non può non ricordare i Grateful Dead. Un po’ di tutto quindi, ma in generale un approccio più scarno e diretto, forse figlio delle tante esperienze live. Di certo ‘The Deep’ non è una delusione, di certo gli Humulus si confermano come solida realtà della nostra scena stoner.

Consigliato a: amanti dello stoner e dell’hard più intenso e viscerale.